Bando Inail 2017

Come ormai da un po’ di anni a questa parte, il 19 Aprile si sono aperti i termini per le aziende per la partecipazione al bando Inail. Tale bando consiste nell’ottenimento di un contributo a fondo perduto della misura del 65% per interventi che dimostrano l’effettivo miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro. La cifra massima dell’intervento è di 200.000 € (cifra massima rimborsata pari a 130.000 €), per importi superiori comunque la copertura economica prevista rimanda al tetto massimo consentito. Sarà necessario per prima cosa verificare che le caratteristiche dell’azienda siano tali da superare per numero di dipendenti, fatturato ecc, un punteggio di sbarramento iniziale pari a 120 punti. Tale fase durerà fino al 5 Giugno 2017. Successivamente verrà data comunicazione della data del così detto “Click Day” e 7 giorni dopo usciranno le graduatorie che determineranno una seconda fase di selezione. La terza fase prevede la consegna della documentazione amministrativa tra cui una perizia giurata relativamente alla tipologia di intervento che verrà effettuato. Entro 120 giorni l’INAIL si esprimerà sull’esito della verifica; in caso di esito positivo allora si potrà procedere entro 12 mesi per l’effettiva realizzazione dell’intervento. L’iter si conclude con la rendicontazione finale e quindi l’erogazione del contributo da parte dell’Ente Banditore.

Amleto

Rimuovere o non rimuovere, questo è il dilemma. Non siamo impazziti e non è il primo caldo a darci alla testa ma, volendo sintetizzare al massimo, questa è la domanda a cui si arriva quando ci si imbatte in un materiale in cemento amianto. Sfortunatamente l’intervento di rimozione, essendo oneroso, spesso si scontra con le nostre disponibilità finanziarie, specialmente se si parla di estese coperture. In realtà non tutti sanno che, per valutare lo stato manutentivo di un manufatto e determinare se questo deve essere improrogabilmente rimosso o meno, esiste una valutazione denominata V.I.D.A. (Valutazione Indice Degrado Amianto) che, per legge, deve essere ripetuta annualmente. Proprio per questa valutazione, relativamente agli immobili presenti sul territorio toscano, c’è una novità introdotta a partire dal 15 Febbraio 2017, data dalla quale è entrato in vigore il nuovo algoritmo di calcolo denominato Amleto. Quindi, se siete in Toscana e avete un manufatto in cemento amianto e la valutazione è stata fatta prima del 15 Febbraio 2016, tale valutazione è obsoleta e deve essere rifatta. Se la valutazione in vostro possesso è stata eseguita tra il 15 Febbraio 2016 e il 15 Febbraio 2017, questa è valida fino allo scadere dell’anno di validità e la nuova valutazione dovrà essere fatta seguendo quanto previsto dal nuovo algoritmo Amleto. Per tutte le valutazioni che verranno fatte in Toscana dopo il 15 Febbraio 2017, si dovrà utilizzare il nuovo algoritmo.

In principio fu…

Rinnovata la veste grafica del nostro sito internet, con oggi inauguriamo anche questo spazio informale. Compatibilmente con il “normale logorio della vita moderna”, cercheremo più o meno assiduamente di tenerlo aggiornato provando a inserire articoli di varia natura… Detto ciò, dopo una brevissima introduzione, è l’ora di partire con questa nuova avventura!